Laboratori creativi

SCARABOCCHI PER LA STRADA. Laboratorio sul carnet di viaggio

 

Un giorno, stanco della solita impostazione di una prospettiva in una vignetta sono uscito per strada a disegnare col blocchetto in mano. Dovevo migliorare la mia percezione dello spazio. Ci misi un po’ a capire: non ero convinto che quello che stavo facendo servisse realmente e vedevo quei disegni abbozzati solo come degli esercizi. Poi, in breve tempo, ho visto notevoli miglioramenti. Disegnare dal vero con un blocchetto aiuta tantissimo ad arricchire il proprio bagaglio di immagini, che si tratti degli infissi di un palazzo o del panneggio di una camicia o qualsiasi cosa voi vogliate riprodurre su un foglio di carta”.

Il carnet di viaggio non è solo un quaderno pieno di disegni, ma è un modo per ricordare fissando su carta emozioni, pensieri e immagini. Il percorso proposto mira a indirizzare il viaggiatore verso il metodo più adatto per costruire al meglio il proprio carnet di viaggio attraverso un percorso personalizzato. Poca teoria tanta pratica. Portarsi a casa ricordi di viaggio dentro un quaderno è il modo più pratico e personale per rivivere i ricordi.

 

"C’è chi guarda e c’è chi osserva: la differenza è abissale.
I primi percepiscono ciò che vedono in maniera passiva
mentre i secondi cercano di capire ciò che vedono,
lo studiano e lo fanno proprio."

 

il programma

1 - questa non è una pipa

Prima di essere dei buoni disegnatori bisogna essere buoni osservatori e imparare a percepire la terza dimensione e riuscire a riprodurla sul foglio. Esercizi per cominciare a “sbloccare il cervello”.

 

2 - parole di accompagnamento

Il carnet non è solo disegno, anche il testo ha la sua importanza nel racconto. Raccontare con immagini e parole.

 

3 - cose noiose da disegnare…

Come rendere reti, mattoni, selciati e vegetazione senza appesantire il disegno.

 

4 - scatole di mattoni

La prospettiva: percezione di profondità, percezione dei dettagli e della distanza. Come renderla nel disegno con i vari strumenti (disegno al tratto, acquerello…)

 

5 - nuovo sguardo su Pordenone

Uscita collettiva per Pordenone utilizzando quanto appreso al corso.

 

6 - il re del carnet

Utilizzare l’acquerello con particolare attenzione a trucchi e le diverse rese delle carte.

 

7 - dentro e fuori

Interni ed esterni, come cambia la visione prospettica e come usarla per raccontare. 

 

le informazioni 

Durata: 12 ore + 1 uscita collettiva

Curatore: Andrea Longhi

Luogo: Libreria del viaggiatore QUO VADIS?, Corso Garibaldi 4/c all'interno di Corte Torres, Pordenone

Quando: il mercoledì dalle ore 20,00 alle 22,00. Il calendario: FEBBRAIO: 24 // MARZO: 2 – 9 – 16 – DOMENICA 20 (USCITA COLLETTIVA) - 23 - 30

Apertura iscrizioni: 28 gennaio

Chiusura iscrizioni: 22 febbraio

Data di inizio: 24 febbraio

Data di fine corso: 30 marzo

Numero minimo di partecipanti: 10

Numero massimo di partecipanti: 15

Costo di iscrizione: 150 euro

Modalità di iscrizione: l'iscrizione e il pagamento si fanno online sul sito www.bottegaerrante.it oppure presso la libreria Quo Vadis? di Pordenone

Pagamento: Bonifico - Associazione culturale Bottega Errante, viale Palmanova 213 - Udine IBAN: IT73J0871512304000000716747 con causale:Iscrizione al laboratorio carnet di viaggio di (nome e cognome dell'iscritto)

Informazioni: info su iscrizioni (Libreria QUO VADIS?, Corso Garibaldi 4/c all'interno di Corte Torres, Pordenone, posta@quovadislibris.com, tel. 0434247560); info sul laboratorio (Associazione culturale Bottega Errante, info@bottegaerrante.it )

 

 

 

 

 

 

 

 


Rassegna stampa

2016-02-08 - Come creare un carnet di viaggio


  • Prezzo 150€
  • 24-02-2016
  • 20:00
  • 6 mercoledì + 1 domenica (uscita collettiva)
  • Libreria Quo Vadis?
  • Corso Garibaldi 4/c, Pordenone
  • 15
  • Scheda PDF

Iscrizioni chiuse

A cura di


Andrea Longhi

Fumettista e illustratore, appassionato di viaggi. Per questo ha iniziato a dedicarsi al Carnet di viaggio come forma artistica. inkontheroad.blogspot.it
Con la Bottega Errante ha curato il Laboratorio di Carnet di Viaggio a Pordenone nel 2013